Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Potenziamento della mobilità ferroviaria nelle valli<< Torna indietro

INTERROGAZIONE N. 6095/XV A RISPOSTA ORALE IMMEDIATA

La S.S. 47 della Valsugana ha confermato ancora una volta, pochi giorni fa, la sua pericolosità. Chi la percorre ogni giorno, si trova davanti ad una evidenza che in questi anni abbiamo visto più volte negata.
La viabilità è sempre ed inevitabilmente più oppressa dal traffico su gomma: non solo i veicoli dei pendolari, ma sempre maggior traffico pesante e soprattutto di passaggio. Almeno per i residenti, l'alternativa all'automezzo esiste, ma con i tempi di percorrenza attuali e la distanza tra una partenza e l'altra, la rotaia non è evidentemente competitiva rispetto al mezzo proprio. I dati testimoniano che i circa 1200 passeggeri al giorno che scendono, in treno, da Borgo verso Trento rappresentano meno di un decimo di quelli che si spostano in auto. Lo stesso accade per la Val di Non, dove la ferrovia Trento-Malè potrebbe diventare a tutti gli effetti un servizio di metropolitana, se organizzato razionalmente nelle fasce orarie di punta. Già nello scorso ottobre il Servizio Trasporti provinciale ha auspicato di migliorare i collegamenti ferroviari da e per le valli dall’estate 2018: l’idea pubblicizzata era di rendere a senso unico sia la ferrovia della Valsugana, sia la Trento-Malé, in alcune ore del giorno ovvero seguendo il flusso dei pendolari. Alla luce sia dell'evidente aumento di traffico locale e sia della proposta dal Servizio Trasporti, si chiede all'assessore competente quali siano i tempi previsti per creare l'auspicata mobilità ferroviaria alternativa, che possa offrire agli abitanti delle valli, soprattutto ai pendolari, un mezzo di trasporto rapido, efficiente e, non per ultimo, sicuro.
 
 
                                                                        Consigliera provinciale e regionale
                                                                                      - Chiara Avanzo -
 

Inserisci il tuo Commento

Per commentare sarà necessario inserire un indirizzo e-mail valido al quale sarà inviato un link automatico per la conferma del commento.

Non saranno pubblicati commenti non confermati dagli autori.

L’indirizzo e-mail fornito per la conferma non sarà in nessun modo utilizzato per altri scopi o reso pubblico.
* Nome ( o Nickname ):
Il campo nome è obligatorio
  * E-mail:
Il campo email è obligatorio

* Commento:
Il campo commento è obligatorio

Il simbolo * indica che il campo è obbligatorio
  
Consigliere Chiara Avanzo Euregio Regione Trentino Alto Adige Provincia autonoma di Trento