Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Messa in sicurezza della SP 78 all'altezza della località Bettega tra Strigno e Bieno<< Torna indietro

INTERROGAZIONE N. 449/XV A RISPOSTA SCRITTA 
La messa in sicurezza della Strada provinciale 78 che collega la Conca del Tesino alla Valsugana all’altezza della località Bettega tra Strigno e Bieno continua a preoccupare la popolazione.  E’ di febbraio un ultimo allarmante smottamento, un movimento aumentato rispetto al passato e che  è  andato  ad  interessare  anche  la  zona  nord,  verso  Bieno.  Un  disagio  che  ha  provocato  un allungamento del tratto a senso unico regolato dal semaforo. L’evento franoso di questi giorni è una risposta geologica ai parziali interventi assunti in questi anni che, per quanto condotti con la necessaria  incisività,  non  hanno  nella  maniera  più  assoluta  garantito  prospettive  di  soluzione completa.  
 
In questo  senso  l’intervento  tampone  dello  scorso  anno  è  servito  veramente  poco,  e  comunque non ha posto la parola fine ad un problema che ormai si trascina da troppo, con impatti negativi significativi nei confronti di una popolazione che da mesi lamenta questo disagio. E’ pacifico che gli interventi palliativi, se economicamente interessanti nel breve, appaiono insufficienti ed inadeguati nel medio e lungo termine.

Credo urga un supplemento di impegno da parte di tutti gli attori interessati, e non da ultimo rivolgo un appello per valutare la possibilità di effettuare uno studio geologico ulteriore atto a comprendere la  complessa  natura  delle  cause  di  questi  eventi  franosi  e  di  instabilità,  così  da  intervenire selettivamente nella rimozione delle criticità.

Tutto ciò premesso, 

si interroga 
il Presidente del Consiglio provinciale per sapere: 
  • Se la messa in sicurezza della Strada provinciale 78 del Tesino è nelle priorità;
  • Quali siano le cause dei continui cedimenti della strada;
  • Che tipo di intervento è in corso e quale sia il suo impegno di spesa;
  • Se non si ritenga opportuno intervenire in maniera approfondita e in maniera definitiva attraverso risposte adeguate alla gravità della situazione;
  • Quali siano, attesa l’urgenza dell’intervento, i tempi d’opera previsti.

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta. 
cons. Chiara Avanzo 


TESTO UFFICIALE - INTERROGAZIONE SULLA SP78 DEL TESINO: MESSA IN SICUREZZA

Inserisci il tuo Commento

Per commentare sarà necessario inserire un indirizzo e-mail valido al quale sarà inviato un link automatico per la conferma del commento.

Non saranno pubblicati commenti non confermati dagli autori.

L’indirizzo e-mail fornito per la conferma non sarà in nessun modo utilizzato per altri scopi o reso pubblico.
* Nome ( o Nickname ):
Il campo nome è obligatorio
  * E-mail:
Il campo email è obligatorio

* Commento:
Il campo commento è obligatorio

Il simbolo * indica che il campo è obbligatorio
  
Consigliere Chiara Avanzo Euregio Regione Trentino Alto Adige Provincia autonoma di Trento