Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Elisoccorso in Tesino<< Torna indietro

Il Tesino presto potrebbe avere un'area attrezzata per l'elisoccorso, anche nelle ore notturne: entro il 20 aprile sarà effettuata la ricognizione sul campo da calcio di Cinte Tesino, che potrebbe diventare, in caso di emergenza, l'area di atterraggio. Questa, in estrema sintesi, la risposta che l'Assessore alla Protezione civile,  Tiziano Mellarini, ha dato all'interrogazione della consigliera Chiara Avanzo, che da mesi chiedeva che la Provincia si attivasse per individuare aree idonee ad essere utilizzate in caso d'urgenza per l'atterraggio dell'elicottero del pronto soccorso, un servizio che ha assunto nella nostra terra  un ruolo strategico e fondamentale. 
 
"Sono in fase di verifica – ha spiegato l'assessore, facendo riferimento alla normativa nazionale ed europea che individua nei campi da calcio delle aree idonee all'atterraggio dei mezzi di soccorso  - i campi di Rumo, Livo, San Martino di Castrozza e, per quanto riguarda il Tesino, quello di Cinte Tesino. La documentazione necessaria è stata inviata all'ENAC (Ente nazionale aviazione civile) che dovrà stabilire se possibile o meno". Appena arriverà l'autorizzazione, ha spiegato l'assessore, si dovrà effettuare la ricognizione sul posto. "Non occorre una piazzola attrezzata per il volo dopo le 17 – ha detto Mellarini, spiegando che è in corso uno studio insieme all'Assessorato alla salute per individuare le zone che più necessitano di questi interventi – perché la normativa europea consente l'utilizzo dei campi da calcio".  Entro il 20 aprile sarà effettuato il controllo del campo di Cinte Tesino insieme agli operatori dell'elisoccorso, che potranno così valutare l'idoneità all'utilizzo della struttura esistente.
 
"Sono molto soddisfatta di questa risposta" - ha detto Chiara Avanzo, che è stata invitata a partecipare alla ricognizione – "perché apre la strada ad una soluzione che permetterà al Tesino, ma anche alle altre aree interessate, di avere una zona di atterraggio sicura in caso di emergenza. Sono convinta che l'iter avrà esito positivo e seguirò con attenzione i prossimi passaggi. L'elisoccorso è uno strumento fondamentale per la salute dei cittadini delle aree montane e per il Tesino, vista la collocazione geografica e l'assenza di strutture di primo soccorso nella Conca".
 
 
Consigliere provinciale
- ing. Chiara Avanzo -
 

Inserisci il tuo Commento

Per commentare sarà necessario inserire un indirizzo e-mail valido al quale sarà inviato un link automatico per la conferma del commento.

Non saranno pubblicati commenti non confermati dagli autori.

L’indirizzo e-mail fornito per la conferma non sarà in nessun modo utilizzato per altri scopi o reso pubblico.
* Nome ( o Nickname ):
Il campo nome è obligatorio
  * E-mail:
Il campo email è obligatorio

* Commento:
Il campo commento è obligatorio

Il simbolo * indica che il campo è obbligatorio
  
Consigliere Chiara Avanzo Euregio Regione Trentino Alto Adige Provincia autonoma di Trento